01vitasicura
02stradasicura02
03patentino01
04alimentosicuro03

 

Legalità
 

 

VitaSicura è un'Associazione di promozione sociale costituitasi il 23 febbraio 2001 per contribuire a promuovere una nuova cultura della sicurezza. L'Associazione nel 2003 ha ottenuto la certificazione di Qualità ISO 9001:2000. L'attività di VitaSicura è quella di permanente formazione, ricerca, progettazione e realizzazione di interventi sui temi della sicurezza in una società tecnologica sempre più complessa e che presenta nuovi rischi, a volte completamente sconosciuti.

L02L'obiettivo è quello di contribuire a ridurre il numero delle cosiddette "morti evitabili" attraverso il controllo dei fattori di rischio che influiscono sugli incidenti che avvengono sulla strada, nell'ambiente, durante le attività sportive, in casa, o correlati all'alimentazione.

In relazione alla circolare 302 del 25/10/93 (Educazione alla legalità) L’Associazione VitaSicura  propone, nelle Scuole Elementari,un percorso formativo che rappresenti non un punto di arrivo, ma un percorso che continui nel tempo. L’obiettivo è quello infatti di realizzare un progetto triennale necessario per permettere un cambiamento di attitudine, cui segua una modifica del comportamento.

L03Il presente progetto nasce e viene sviluppato in base all’esigenza di educare al rispetto della persona umana ed al senso della responsabilità. Questo obiettivo richiede il coinvolgimento di tutte le componenti educative: la famiglia, la scuola e le istituzioni che verranno coinvolte attivamente. L’obiettivo comune da raggiungere è la crescita della cultura della Legalità.

L04Il corso si articolerà in una serie di 3 incontri per ogni classe, della durata di un ora, dove verranno affrontati gli argomenti riguardanti la Legalità.
L’equipe che tratterà i vari argomenti sarà formata da Agenti  di Polizia Locale e Psicolgi.

L05Gli incontri si svolgeranno in maniera interattiva, particolare attenzione è posta all’attività ludica, in quanto nel gioco il bambino esprime e soddisfa le proprie esigenze motorie, percettive, relazionali, affettive e cognitive. Inoltre il gioco costituisce il canale privilegiato mediante il quale il bambino comunica agi altri i suoi sentimenti, i suoi pensieri e tramite il quale trova un modo di rapportarsi alla realtà.

L’argomento trattato sarà il bullismo, ad ogni alunno verranno consegnate delle schede ludiche che raffigureranno le potenziali situazioni in cui i bambini potrebbero venire a trovarsi e le modalità per riuscire a gestirle.  

L07In Terza Elementare verrà introdotta la definizione di bullismo, chiarendo la differenza che esiste tra quest’ultimo ed un semplice litigio fra compagni. Inoltre si parlerà delle possibili soluzioni che le vittime di bullismo possono adottare per non avere paura.

In Quarta Elementare verrà approfondito il tema del bullismo differenziandolo nelle sue forme (psicologico, verbale, fisico ed elettronico) , si cercherà inoltre di tracciare un identikit del bullo e della vittima.

L08In Quinta Elementare verranno approfondite le strategie da adottare per fronteggiare una situazione di bullismo ed inoltre, verrà affrontato il tema del cyberbullismo nella consapevolezza che l’uso di internet anche da parte di bambini è sempre più frequente nella società odierna e comporta molti rischi.