fbpx
 

Progetto AlimentoSicuro

PROGETTO ALIMENTOSICURO

Costruire un giusto rapporto con il cibo è essenziale per una vita sana anche nell’età adulta, ecco perché nasce il progetto AlimentoSicuro specificatamente indirizzato ai bambini delle scuole Materne, Elementari e Medie Inferiori.

I bambini sono così guidati lungo un percorso di lavoro che li conduce verso l’acquisizione di un atteggiamento più consapevole e responsabile nei confronti della loro alimentazione.

Attenzione particolare è posta nel presentare l’atto alimentare nella sua dimensione più allargata: un fatto complesso che non coinvolge soltanto gli aspetti della fisiologia, ma comprende anche aspetti di tipo psicologico, sociale e culturale.

Noi non mangiamo soltanto per nutrirci, ma anche per soddisfare il gusto, per comunicare, per stare bene con gli altri e con noi stessi. In questo senso il progetto AlimentoSicuro vuole essere un modo nuovo e gradevole per riavvicinare i ragazzi alla cultura del territorio e alla conoscenza del patrimonio agroalimentare che ne è espressione diretta.

 

Il percorso formativo è stato suddiviso in 5 cicli:

  • Primo Ciclo (Scuola Materna e 1a Elementare): i bambini faranno conoscenza con i cibi attraverso esperienze sensoriali, sapori da scoprire e il laboratorio del gusto;
  • Secondo Ciclo (2a e 3a Elementare): i bambini studieranno i gruppi alimentari e la piramide alimentare, si cimenteranno nella compilazione di un diario alimentare e metteranno alla prova le proprie doti culinarie;
  • Terzo Ciclo (4a e 5a Elementare): i bambini affronteranno il tema dei nutrienti e conosceranno le caratteristiche, la storia e la leggenda di alcuni prodotti tipici della zona e nazionali;
  • Quarto Ciclo (1a Media): i ragazzi tratteranno argomenti relativi al fabbisogno energetico, a come possa essere costruita una dieta bilanciata e alle norme igieniche;
  • Quinto Ciclo (2a Media): i ragazzi acquisiranno nozioni riguardanti il valore nutrizionale degli alimenti, la conservazione dei cibi, la lettura e l’interpretazione corretta delle etichette poste sulle confezioni.

In tutti i cicli particolare attenzione è posta all’attività ludica, in quanto nel gioco il bambino esprime e soddisfa le proprie esigenze motorie, percettive, relazionali, affettive e cognitive. Inoltre il gioco costituisce il canale privilegiato mediante il quale il bambino comunica agli altri i suoi sentimenti, i suoi pensieri e tramite il quale trova un modo di rapportarsi alla realtà.

 

Il progetto si articola in 8 ore di formazione didattica così ripartita:

  • 2 ore di incontro con Istituzione – Scuola – Famiglia, durante il quale verranno esposte le finalità del progetto sensibilizzando i presenti a creare una continuazione didattica e comportamentale che accompagni il bambino in tutti i suoi momenti di esperienza stradale, sia in ambito scolastico che familiare, in quanto sono proprio quest’ultimi gli ambiti naturali per lo sviluppo di un efficace intervento.
  • 6 ore di formazione ed apprendimento in classe che potranno essere svolte dalle insegnanti della scuola, o da nostro personale esperto. All’inizio del corso agli alunni compileranno un questionario per verificare le conoscenze in loro possesso. Al termine del corso lo stesso questionario verrà nuovamente compilato per verificare il grado di apprendimento in aula.

 

I rapporti tra VitaSicura e la scuola e tra VitaSicura e gli insegnati saranno coordinati e gestiti dalla Coordinatrice Responsabile dei Progetti dell’Associazione.

VitaSicura, al termine dei corsi, organizzerà delle gite in Fattoria per mettere a contatto e far conoscere ai bambini i prodotti tipici della nostra zona, lì dove vengono prodotti e coltivati.